VALE “LA PENA”?

VALE “LA PENA”?

Per dominare, bisogna insinuare la pena.
Per governare, bisogna instillare il sacrificio.
Per infondere calma e agio, bisogna distribuire fini.
Questo è ciò che ogni corporazione professionale, con il suo calcolato organicismo, spende su ogni fronte per poter affermare, e che ciascuno di noi, intende non assumere.
Occorre finalmente un’altra scrittura, perché la parola non sia mancata.
Diego Nicolosi
____________

Musica e Testo: Diego Nicolosi
Arrangiamento: Vito Astone / Diego Nicolosi
Disegni: Diego Nicolosi
Video e Montaggio: Diego Nicolosi
____________

Testo:

Vale “la pena”? No: la vita!
Vale la vita, non “la pena”!
Per “vita” intendo quella qualità
che è assenza di esercizio di mentalità!
Vale “la pena”? No: la vita!
Vale la vita, non “la pena”!
E questo è il fiore della civiltà,
non quell’abbaglio di una triste eternità!
Vale “la pena” sopravvivere,
immaginare..
pensare di finire il tempo,
essere o avere..
“sentire voci” consigliere,
desiderare..
avere idea di sé, dell’altro,
di ognuno!
Vale “la pena” la coscienza,
buona o cattiva..
la convinzione, la credenza
di una deriva..
e costruire presente, passato,
futuro,
come qualcosa che esista,
che approdi davvero a..!

Vale “la pena”? No, la vita!
Vale la vita, non “la pena”!
Ed il peccato è una visione di unità,
di educazione per la folle società!
Vale “la pena”? No, la vita!
Vale la vita, non “la pena”!
Politica comune, invidia degli dei
nel gioco della creazione..
Vale “la pena” condividere,
idealizzare..

tentare di guidare il vento,
amare e odiare..

cercare sogni profetici,
significare

e far sposare la lingua
con dei pensieri volgari.

Vale “la pena” la missione,
la direttiva..

la soluzione, la certezza
di una deriva
per farsi un selfie con Dio,
con Giuda o il Messia
e riprovare la pena
come demonologia!

Diego Nicolosi